Patate Selenella Facebook
Patate lessate e patate bollite, differenze e ricette - Il Blog di Selenella

Patate lessate e patate bollite, differenze e ricette

Patate lessate e bollite sono la stessa cosa? Non proprio: tra i due metodi di cottura esistono delle differenze. Vediamo quali sono e le ricette per prepararle.

Patate lessate o bollite, le differenze

Patate lessate e patate bollite vengono spesso considerate come fossero sinonimi, ma esistono delle differenze tra questi due metodi di cottura. Bollire e lessare gli alimenti non sono infatti esattamente la stessa cosa.

Quando si cuoce un cibo bollito, questo viene immerso nell’acqua dopo che ha raggiunto il bollore; se invece si lessa un alimento, lo si inserisce in acqua fredda che verrà successivamente portata a bollore. Un esempio di alimento bollito è la pasta, che appunto si aggiunge in acqua all’ebollizione, mentre un esempio di cibo lessato è il riso, che va immerso in acqua fredda.

Ora che conosciamo la differenza tra bollire e lessare, come andrebbero cucinate le patate, lessate o bollite? Il metodo migliore nel caso delle patate dipende dalla ricetta in cui vanno utilizzate: le patate possono essere infatti lessate e bollite a seconda dell’uso che se ne desidera fare.

Come bollire la meglio le patate

Patate lessate, le ricette

Per preparare le patate lessate è sufficiente immergere le patate crude in acqua fredda e per poi riscaldare l’acqua per portarla a bollore. Una volta che l’acqua ha raggiunto l’ebollizione, si abbassa la fiamma e si prosegue con la cottura.

Quando le patate sono cotte, si scolano e si utilizzano nelle ricette: possono eventualmente essere sbucciate facilmente “raschiando” la buccia, o consumate senza pelarle.

Come abbiamo visto, patate lesse e bollite non sono esattamente la stessa cosa ed esistono alcuni casi in cui le patate andrebbero lessate, mentre in altri casi potrebbe essere meglio bollirle.

Le patate lessate, rispetto alle patate bollite, si sfaldano meno dopo la cottura. Lessare le patate è quindi il metodo migliore se si vogliono preparare minestroni, insalate con patate o altre ricette dove si desidera che le patate restino sode. Il tipo di patata ideale a questo scopo è a pasta gialla, varietà con polpa più compatta e, per avere patate ancora più consistenti, l’ideale è cuocerle con la buccia. La buccia delle patate, infatti, oltre ad avere proprietà interessanti e a migliorare il profilo nutrizionale delle patate, evita che la superficie del tubero cotto si sfaldi.

Insalata russa

Un esempio di ricetta che prevede le patate lessate è l’insalata russa, un piatto semplice ma goloso protagonista dell’antipasto. Per prepararla si fanno lessare patate, carote e piselli che verranno poi mescolati con maionese, meglio se fatta in casa. In questa ricetta si possono usare anche le verdure cotte a vapore, oltre che lessate.

Leggi tutta la ricetta dell’Insalata russa

Insalata di Patate, Melone, Prosciutto crudo e Primo sale

Altra ricette in cui si usano le patate lessate è questa particolare insalata che si prepara con insalata mista, formaggio fresco, prosciutto crudo, melone e ovviamente patate. Un piatto completo e fresco e con poche calorie, da consumare nelle calde giornate estive o, perché no, anche durante l’inverno, sostituendo il melone con frutta di stagione.

Leggi tutta la ricetta dell’Insalata di Patate, Melone, Prosciutto crudo e Primo sale

Insalata di patate, funghi e yogurt

Un’insalata più autunnale rispetto alla precedente si può preparare con patate e funghi misti freschi o surgelati. Anche in questo caso, è preferibile lessare le patate sistemandole in una casseruola con acqua fredda da portare poi a bollore, così che non si sfaldino quando si andranno a mescolare con i funghi e con la salsa yogurt.

Leggi tutta la ricetta dell’Insalata di patate, funghi e yogurt

Patate bollite, le ricette

Per cucinare le patate bollite, i tuberi vanno immersi nell’acqua quando ha già raggiunto l’ebollizione, come si fa per la pasta. Dopodiché si attende il normale tempo di cottura, bucando i tuberi con uno stuzzicadenti o con una forchetta per verificare che la polpa sia sufficientemente morbida.

Le patate bollite tendono a sfaldarsi maggiormente rispetto alle patate lessate e, per questo, in genere si preferisce bollire le patate anziché lessarle. Ci sono però alcune eccezioni: se i tuberi devono essere utilizzati schiacciandoli dopo la cottura, infatti, potrebbe essere meglio bollire le patate.

Quindi se le patate servono per preparare vellutate, purea o altre ricette in cui si ha necessità di schiacciarle, può essere preferibile cuocere le patate bollite, anche pelate, scegliendo varietà più morbide e farinose come quelle a pasta bianca. In questo modo sarà più semplice schiacciare le patate con una forchetta o con l’apposito schiacciapatate ottenendo una crema morbida e priva di grumi.

Un altra situazione in cui si procede con questo metodo di cottura è quando si preparano le patate al forno: in questo caso le patate andranno solo sbollentate, quindi tolte dall’acqua poco dopo averle immerse, senza terminare la cottura.

Polpettone di fagiolini e patate

Ecco un esempio classico in cui si possono bollire le patate anziché lessarle: il polpettone. Nella ricetta che vi proponiamo si utilizzano patate bollite, fagiolini e tre formaggi, cioè pecorino, parmigiano e stracchino. Gli ingredienti vengono amalgamati con uova, insaporiti con aglio, sale, spezie e aromi, dopodiché si cuoce tutto in forno. Il polpettone è un ottimo secondo piatto ma può essere servito anche tra gli antipasti o durante il brunch.

Leggi tutta la ricetta del Polpettone di fagiolini e patate

Toast di patate con purea di broccoli e acciuga

Un altra ricetta in cui è meglio bollire le patate è questo toast preparato con patate cotte e schiacciate con burro e rosmarino; il purea ottenuto andrà poi fatto compattare in padella e farcito con mozzarella, acciuga e crema di broccoli. Il tutto andrà riscaldato in forno e servito come antipasto, secondo piatto o durante il brunch.

Leggi tutta la ricetta del Toast di patate con purea di broccoli e acciuga

Gnocchi di patate, topinambur, piselli e salmone

Quando si preparano gli gnocchi di patate, i tuberi possono essere bolliti o lessati, a seconda che si voglia ottenere un impasto più o meno morbido. In questa ricetta si utilizzano le patate bollite insieme al topinambur che andranno poi schiacciati entrambi e amalgamati con farina, uova e un pizzico di sale. L’impasto viene usato per ricavare degli gnocchetti da bollire brevemente in acqua salata per essere poi conditi con un sugo preparato con soffritto di cipolla, piselli e salmone.

Leggi tutta la ricetta degli Gnocchi di patate, topinambur, piselli e salmone

Polpette di patate, zucca, salvia e ceci

Per preparare le polpette si usano patate bollite, più morbide da schiacciare e amalgamare agli altri ingredienti. In questa ricetta, oltre alle patate, si utilizzano zucca e ceci, il tutto unito con farina di mandorle e di ceci e insaporito con salvia, alloro, sale e pepe. La preparazione è adatta a tutti incluse le persone celiache, intolleranti al lattosio e a chi ha scelto uno stile di vita vegan: queste polpette non contengono infatti né glutine né ingredienti di origine animale.

Leggi tutta la ricetta delle Polpette di patate, zucca, salvia e ceci

Polpette di patate, zucca, salvia e ceci ricette Selenella

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Icona patata cuoca

Iscriviti alla nostra Newsletter

Ricevi ogni mese la nostra Newsletter:
scopri nuove ricette, curiosità e consigli in cucina.

La richiesta di iscrizione è avvenuta con successo! Collegati alla tua email per confermare.