Patate Selenella Facebook
Frutta e verdura di stagione a novembre - Il Blog di Selenella

Frutta e verdura di stagione a novembre

Novembre apre le porte all’inverno: le temperature si abbassano sempre più e la voglia di scaldarsi aumenta. Ecco cosa troviamo di stagione in questo mese freddo.

Verdura di stagione a novembre

A novembre il freddo inizia a farsi sentire e i malanni di stagione sono dietro l’angolo. A rinforzare le nostre difese immunitarie e darci una mano contro tosse, raffreddore e altri sintomi influenzali ci pensa le verdura di stagione.

Consumare regolarmente verdure crude e cotte fornisce infatti al nostro corpo importanti nutrienti che sostengono il nostro sistema immunitario. Le fibre alimentari, ad esempio, garantiscono una buona salute intestinale che si ripercuote su tutto il corpo. Le vitamine, i minerali e le molecole bioattive presenti nei vegetali fanno il resto, svolgendo un’azione antinfiammatoria e antiossidante che favorisce anche le difese immunitarie.

Secondo le linee guida, dovremmo consumare almeno due porzioni abbondanti di verdura al giorno: anche se novembre può sembrare triste, grigio e monotono, non lo è la verdura che possiamo portare in tavola durante questo mese e non manca di certo la varietà per coprire il nostro fabbisogno di verdura.

Ecco un elenco della verdura di stagione a novembre:

  • barbabietola
  • bietola
  • broccoli
  • broccolo romanesco
  • carciofi
  • cardi
  • carote
  • cavolfiori
  • cavoletti di Bruxelles
  • cavolo cappuccio
  • cavolo nero
  • cavolo verza
  • cicoria
  • cime di rapa
  • cipolle
  • finocchi
  • funghi
  • indivia
  • lattuga
  • patate
  • porri
  • rabarbaro
  • radicchio
  • ravanelli
  • rape
  • sedano
  • sedano rapa
  • scalogno
  • spinaci
  • tartufi
  • topinambur
  • valerianella
  • zucche

Anche a novembre patate, cipolle e carote continuano ad essere disponibili sugli scaffali del supermercato e nei negozi di ortofrutta e possono fungere da base per numerose ricette.

Le patate, ad esempio, non possono mancare nelle zuppe, nelle vellutate e nelle minestre di novembre. Tra gli abbinamenti migliori troviamo ad esempio porri e patate, patate e cavolfiore, zucche e carote, patate, funghi e fagioli cannellini. Cosa dire poi di una vellutata con carote viola, barbabietola e cipolla rossa per fare il pieno di antiossidanti?

Un concentrato di sostanze antiage sono anche i centrifugati da preparare con sedano, carote bianche, broccoli e foglie di spinaci, oppure con carota arancione, finocchio e una spolverata di curcuma, oltre che con carote viola o nere e barbabietola.

Per fare il pieno di vitamine e minerali ricordiamo di consumare anche verdure crude, non solo nei centrifugati ma anche a tavola. Qualche esempio? Un’insalata con indivia, foglie di spinaci e valerianella cui aggiungere carote e topinanbur tagliato a fette o strisce molto sottili, oppure cipolla rossa cruda, ravanelli o anche funghi, sempre a fette sottili.

Un’insalata completa, che diventa un piatto unico per novembre, si può ottenere aggiungendo a questi ingredienti una patata gialla precedentemente lessata, qualche cucchiaio di legumi cotti e, perché no, anche frutta di stagione a novembre.

Verze, cavolo nero, broccoli e cavolfiori sono poi ottimi al forno per un contorno veloce, da soli o combinati tra loro o abbinati a patate e cipolle. Da sperimentare nel mese di novembre sono le chips realizzate con foglie di verza e di cavolo nero: per prepararle è sufficiente sistemare le foglie lavate e asciugate sulla teglia del forno, cospargerle con un filo d’olio e lasciarle diventare croccanti in forno per una decina di minuti. Sono ottime servite con carote e patate fritte o al forno, per un contorno sfizioso o per un aperitivo insolito.

LEGGI ANCHE: Le migliori ricette con patate per portata

Verdura di stagione novembre

Frutta di stagione a novembre

Oltre alla verdura, non dimentichiamo di consumare anche circa tre porzioni di frutta fresca al giorno. Anche la frutta infatti ci fornisce fibre alimentari, vitamine, minerali e sostanze antiossidanti e, in più è ricca di zuccheri che caricano l’organismo di energia.

Durante i mesi freddi e grigi come novembre può capitare di sentirsi stanchi, affaticati e svogliati, e proprio l’alimentazione può essere il rimedio per ritrovare la carica.

Ecco un elenco della frutta di stagione a novembre:

  • arance
  • bergamotto
  • cachi
  • castagne
  • cedri
  • clementine
  • fichi d’India
  • kiwi
  • limoni
  • mandarini
  • mandaranci
  • melagrana
  • mele
  • pere
  • pompelmo
  • uva

A novembre restano di stagione molti frutti che abbiamo iniziato a consumare nel mese di ottobre, ma arrivano delle novità importanti come gli agrumi, fonte di vitamina C e ideali per spremute, estratti e centrifugati, ma anche per insalate detox: l’arancia, oltre ad essere ottima abbinata alle carote, è ottima con il finocchio. Questo mese è ancora di stagione la melagrana, i cui chicchi possono essere aggiunti ai succhi con carote rosse e barbabietola o alle insalate con valerianella e cipolla rossa.

Anche durante il mese di novembre troviamo pere, mele e uva ideali per i dolci, per i centrifugati, per le insalate e anche per contorni al forno con le patate, assolutamente da sperimentare, magari aggiungendo frutta secca a guscio che dona gusto e nutrimento alle ricette.

Frutta di stagione novembre

Perché rispettare la stagionalità

Consumare frutta e verdura di stagione fa bene all’ambiente, alla nostra salute e al portafogli. Acquistare alimenti durante la loro stagione è infatti una scelta sostenibile che consente di portare a tavola cibi a basso impatto ambientale, adatti ad essere gustati nel periodo dell’anno in ci vengono raccolti e decisamente più economici rispetto a frutta e verdura venduta fuori stagione.

I vegetali che troviamo fuori stagione, infatti, possono essere coltivati in aree relativamente vicine al luogo di vendita oppure in regioni molto lontane. Nel primo caso sono coltivati quasi sicuramente in serra, dunque con un maggiore impatto e costi più elevati rispetto alla coltivazione in campo.

Nel secondo caso possono essere coltivati in Paesi che non rispettano le nostre regole riguardo ad ambiente e diritti dei lavoratori: non dobbiamo dimenticare che in diverse zone del mondo, la nostra domanda di frutta e verdura fuori stagione può significare deforestazione e sfruttamento dei lavoratori. A questi aspetti negativi, si aggiungono i chilometri che percorrono dal luogo di provenienza al punto vendita sotto casa che fanno aumentare ulteriormente il costo e l’impatto ambientale dei prodotti.

Mangiare frutta e verdura di stagione è importante anche per la nostra salute, perché noi siamo ovviamente legati all’ambiente e rispondiamo agli stessi cicli biologici della natura. A novembre e in generale nei mesi freddi troviamo ad esempio cibi meno ricchi di acqua, in cui sono di conseguenza più concentrati sali minerali e vitamine utili per il buon funzionamento del sistema immunitario. Al contrario, durante i mesi estivi o comunque caldi, crescono alimenti più ricchi di acqua che, oltre a fornire vitamine e minerali, aiutano a idratare l’organismo e a reintegrare i liquidi persi con la sudorazione.

Per tutti questi motivi rispettare la stagionalità di frutta e verdura risulta molto importante: non ci permette solo di risparmiare, ma anche di rispettare l’ambiente comprando a chilometro zero e di vivere in modo più armonico ed equilibrato con la natura che ci circonda e di cui facciamo parte.

LEGGI ANCHE:  Come coltivare le patate

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Icona patata cuoca

Iscriviti alla nostra Newsletter

Ricevi ogni mese la nostra Newsletter:
scopri nuove ricette, curiosità e consigli in cucina.

La richiesta di iscrizione è avvenuta con successo! Collegati alla tua email per confermare.