10 modi per cucinare le patate - Il Blog di Selenella

10 modi per cucinare le patate

Tante le tipologie di patate presenti sul mercato, come tanti i modi per cucinarle: fritte, bollite, al vapore, ma non solo!

  1. Bollite
  2. Al vapore
  3. Fritte
  4. Al forno
  5. Al microonde
  6. Al cartoccio
  7. Arrosto
  8. Caramellate
  9. Gratinate
  10. Purè

Grazie alla loro versatilità in cucina e alla consistenza, le patate sono uno degli ingredienti immancabili sulle tavole di tutto il mondo. Come prepararle? Ecco i 10 modi per cucinarle:

  1. Bollite.
    Le patate è possibile bollirle intere, tagliate in quarti o tritate a dadini per un tempo che può variare dai 25 a 35 minuti circa, a seconda della grandezza delle patate e del formato scelto in cottura. Per verificare che siano state bollite correttamente affondare la punta di un coltello nella polpa, se questo avviene con facilità è arrivato il momento di toglierle dal fuoco. Per le patate in insalata è possibile lessarle con la buccia, partendo da acqua fredda e calcolando 20 – 40 minuti di cottura.
  2. Al vapore.
    La cottura al vapore è una alternativa alla bollitura, ma richiede più tempo, in quanto le patate devono essere messe nell’apposito cestello forato che le separa dall’acqua per 40-55 minuti, con o senza buccia. Anche in questo caso per verificarne la cottura basta affondare un coltello nella polpa. Questa tipologia di cottura ha il vantaggio di mantenere inalterate le proprietà nutritive delle patate.
  3. Fritte.
    Anche in questo caso le patate possono essere preparate in diversi modi: a fette, a spicchi, o il classico bastoncino. Una volta tagliate le patatepotrete friggerle in padella o ad immersione, scegliete le patate dalla polpa ben soda ed immergetele nell’olio già caldo per 12 minuti circa. Si è soliti pensare che le patate fritte siano l’emblema del colesterolo alto, ma ovviamente tanto dipende anche dalla qualità della patata, ma soprattutto dall’olio utilizzato.
  4. Al forno.
    Un classico contorno facile da preparare, adatto ad accompagnare portate di carne o pesce. Le patate possono essere di diversi formati, con e senza la buccia, anche in questo caso le dimensioni della patata comporteranno un tempo di cottura maggiore o minore, tuttavia il tempo di cottura medio delle patate al forno è di circa un’ora a 200 gradi.
  5. Al microonde.
    Il metodo forse più semplice e veloce è il microonde; per prepararle basta pulirle, forarne la buccia con una forchetta per favorire la fuoriuscita del vapore dalla patata durante la cottura e cuocerle a potenza elevata per due minuti (tempo che potrà variare a seconda del forno e della patata).
  6. Al cartoccio.
    La cottura al cartoccio è molto salutare in quanto permette di mantenere intatto tutto il gusto del cibo. La preparazione è molto semplice: basterà mettere il cartoccio di patate – condito a proprio gusto personale – sulla placca del forno o su una teglia, inserire la teglia nel forno preriscaldato a 170° e lasciarle cuocere per 50- 60 minuti, al termine toglierle dal forno e lasciarle raffreddare per qualche minuto prima di servirle.
  7. Arrosto.
    Ideali per una fredda giornata d’inverno le patate arrosto sono semplici da preparare basta lavarle, tagliarle in quarti, scottarle – con o senza buccia – per 5 minuti in acqua bollente e disporle in una pirofila con 4 cucchiai di olio in un forno preriscaldato a 180° per 50 minuti. Per renderle il più croccanti possibile girare le patate una o due volte durante la cottura.
  8. Caramellate.
    Cuocere le patate al vapore fino a renderle tenere, versare lo zucchero in una padella dal fondo spesso, accendere la fiamma, mescolare per 5 minuti frequentemente e lasciar cuocere per altri 3 minuti senza mescolare. Aggiungere burro fuso e olio, mescolando per far amalgamare gli ingredienti, versare le patate cotte al vapore e mescolare fino a condire uniformemente le patate con lo sciroppo venutosi a creare.
  9. Gratinate.
    Pelare le patate, tagliarle a fette sottili, disporle in una teglia da forno e cospargerle di prezzemolo, olio e rosmarino. Metterle in forno per 15 minuti a 200° e servirle.
  10. Purè.
    Questa preparazione non è un vero e proprio metodo di cottura, ma un completamento di altri metodi. Per ottenere un buon purè ci sono diverse ricette e preparazioni, una di queste prevede l’utilizzo di semplici ingredienti come burro o olio e latte che andranno aggiunti alle patate dopo averle bollite e schiacciate con l’apposito schiacciapatate. Per terminare la ricetta basterà mescolare tutti gli ingredienti fino ad ottenere una purea densa.

Le differenti tipologie di cottura della patata possono determinare cambiamenti anche importanti sui valori nutrizionali delle patate. In particolare:

  • la cottura al forno e la frittura determinano un aumento del contenuto calorico, lipidico, glucidico e sodico delle patate (su 100g di patate cotte) a seguito principalmente della perdita di acqua durante la fase di cottura e da parte dei condimenti utilizzati.
  • la cottura in acqua (bollitura) causa una perdita di potassio mentre tutte le tipologie di cottura determinano una perdita sostanziale di vitamina C per effetto dell’azione dilavante dell’acqua (quando presente) e delle alte temperatura.
  • la cottura con la buccia permette in parte di preservare la perdita di nutrienti. A seguito di ciò sarebbe opportuno cucinare le patate a basse temperature per preservare i componenti più sensibili al calore, in poca acqua per evitare una solubilizzazione dei nutrienti idrosolubili, ridurre l’uso dei condimenti quali olio e sale e limitare la cottura al forno o in frittura.

2 risposte a “10 modi per cucinare le patate”

  1. Solange ha detto:

    Ma anche d’inverno sotto la cenere, le migliori secondo me

    1. Selenella ha detto:

      Ottimo consiglio! Grazie @Solange!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Iscriviti alla nostra Newsletter

Ricevi ogni mese la nostra Newsletter:
scopri nuove ricette, curiosità e consigli in cucina.

La richiesta di iscrizione è avvenuta con successo! Collegati alla tua email per confermare.