Un tesoro d’autunno - Il Blog di Selenella

Un tesoro d’autunno

Anche se in autunno le giornate sono sensibilmente più corte e le temperature più fresche, questa stagione è in grado di fornire ancora numerosi alimenti di origine vegetale dalle spiccate e comprovate qualità nutrizionali come ad esempio la melagrana, il kiwi e le zucche.

Recentemente si è assistito ad una riscoperta da parte della popolazione e della aziende agroalimentari della melagrana grazie alle sue proprietà salutistiche, oltre alla possibilità di consumarlo sia come frutto tal quale che come succo. In particolare, la melagrana è un alimento ad altissima densità nutrizionale in quanto rappresenta una ricchissima fonte di vari fitochimici ad azione antiossidante come i polifenoli (circa 700mg/100g, in funzione della varietà), il tutto associato ad un contenuto ridotto di calorie (68 kcal/100g). Inoltre numerosi studi clinici hanno dimostrato come il consumo regolare di questo frutto sia in grado di prevenire numerose patologie come vari tipi di tumori e di migliorare il sistema cardiovascolare. Queste caratteristiche rendono pertanto la melagrana un delizioso e ideale spuntino da consumare durante la giornata o un alternativo ingrediente da inserire in numerose ricette.

Il kiwi è una bacca della pianta di actinidia che si raccoglie generalmente tra settembre e ottobre e l’Italia rappresenta uno dei principali produttori mondiali. L’interesse nutrizionale verso questo frutto autunnale risiede nel fatto che il kiwi rappresenta un’importantissima fonte di vitamina C (85mg/100g) e di potassio (400mg/100g). Queste caratteristiche rendono pertanto il kiwi un alimento particolarmente indicato per gli sportivi, in quanto il potassio permette di prevenire l’insorgenza di crampi, mentre la vitamina C (vitamina ad azione antiossidante) è in grado di contrastare i radicali liberi eventualmente formatesi durante l’intensa attività fisica.

Con il termine zucca vengono normalmente indicati i frutti di varie piante appartenenti alla famiglia delle Cucurbitaceae. Tra i vari tipi di zucca, quella tipicamente autunnale è caratterizzata da un’intensa colorazione arancione data dalla presenza di elevati quantitativi di carotenoidi (anche fino a 20mg/100g), in particolare di alfa-carotene, beta-carotene, luteina e zeaxantina. Oltre ad agire come potenti antiossidanti, questi composti bioattivi sono in grado di prevenire numerose malattie, in particolare vari tipi di tumori e patologie legate agli occhi e alla vista. Infatti, la maggior parte degli studi epidemiologici e numerosi trial clinici hanno dimostrato come la luteina e la zeaxantina svolgono un potenziale ruolo nella prevenzione e nel trattamento della degenerazione maculare legata all’età, della cataratta e della rinite pigmentosa.

Questi frutti risultano, dal punto di vista nutrizionale, ideali per essere accoppiati in numerose preparazioni alimentari con le patate. Infatti le patate (almeno quelle a pasta bianca) sono generalmente povere di polifenoli e carotenoidi, i quali possono essere forniti in abbondanza dagli arilli della melagrana e dalla polpa della zucca. Inoltre kiwi, zucca e melagrana hanno poche calorie e zuccheri, pertanto, all’interno di un pasto completo, possono essere abbinati ad alimenti glucidici come ad esempio le patate.

Per concludere, anche la stagione autunnale può rappresentare un ottimo momento dell’anno per ritrovare nelle nostre tavole alimenti dalle comprovate qualità salutistiche, sempre rispettando il consiglio di assumere frutta e verdura di vari colori come la melagrana (rosso), i kiwi (verdi) e la zucca (arancione).

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Iscriviti alla nostra Newsletter

Ricevi ogni mese la nostra Newsletter:
scopri nuove ricette, curiosità e consigli in cucina.

La richiesta di iscrizione è avvenuta con successo! Collegati alla tua email per confermare.