Patate Selenella Facebook
Patate alla Savoiarda, alla scoperta del piatto tipico piemontese - Il Blog di Selenella

Patate alla Savoiarda, alla scoperta del piatto tipico piemontese

Le patate alla savoiarda sono un piatto tipico piemontese a base di patate e formaggi. Vediamo quali sono le origini di questo piatto e come prepararlo.

Origini delle patate alla savoiarda

Le patate alla savoiarda sono un piatto rustico che porta con sé una grande tradizione poiché frutto della fusione di due culture, quella italiana e quella francese.

In particolare, le patate alla savoiarda nascono dalla contaminazione della tradizione piemontese popolare, una cucina ricca di sapori,  con quella francese.

Come hanno fatto la cucina francese e quella italiana a incontrarsi e a dare origine a piatti simili in entrambe le tradizioni culinarie? Il merito sembra essere dei Savoia da cui, come è facile intuire, deriva il nome delle patate alla savoiarda.

I Savoia regnarono in Piemonte fino al XIX secolo, ma di questa famiglia si hanno notizie anche nel territorio di Borgogna, regione della Francia orientale, a partire dal X secolo. La casata fu dunque divisa praticamente da sempre a metà tra Francia e Italia, sia territorialmente sia culturalmente.

I due regni, quello francese e quello italiano, ingaggiarono spesso anche lotte cruente l’uno contro l’altro, come le guerre del Monferrato del XVII secolo. Come spesso accade, però, i conflitti non ebbero come conseguenza l’interruzione dei rapporti commerciali né tanto meno di quelli culturali tra i due stati. Al contrario, i due regni si influenzarono a vicenda, arricchendosi l’un l’altro su moltissimi fronti, incluso quello culinario. Per questo motivo ancora oggi ritroviamo ricette e tradizioni simili, che accomunano alcuni territori francesi e determinate zone del Piemonte.

Nella regione del Piemonte si possono gustare numerosi piatti tipici molto differenti tra loro: si parte dalle Langhe, territorio noto per le nocciole, il tartufo e soprattutto per i grandi vini, passando per la zona dei grandi laghi e fiumi, famosi per le ricette tradizionali a base di pesce come la tinca gobba del Pianalto DOP, per arrivare alle aree di produzione dei formaggi.

Le moltissime ricette tipiche piemontesi, per quanto diverse tra loro, possono essere suddivise sostanzialmente in due grandi gruppi: quelle nate dalla tradizione popolare e quelle che derivano dalla casata reale dei Savoia.

Le prime vengono ancora oggi realizzate con ingredienti semplici e di queste fanno parte anche le patate alla savoiarda, un piatto davvero gustoso e contemporaneamente facile da realizzare con pochi ingredienti: patate, formaggio, latte e burro.

Ricetta francese molto simile alle patate alla savoiarda è il Gratin dauphinois, piatto a base di patate e crème fraîche originario della provincia del Delfinato, da cui deriva il nome. Altri esempi di piatti tipici che si possono ritrovare nella cucina francese e che gustiamo normalmente anche nel nostro Paese, soprattutto nelle regioni del Nord e di confine sono la tartiflette, che si prepara con patate, formaggio reblochon, cipolle e pancetta e la raclette, una fonduta di formaggio generalmente servita con patate al cartoccio, verdure miste, salumi e insaccati affettati.

LEGGI ANCHE: Patatas bravas: origini, ricetta e varianti

Patate alla savoiarda, la ricetta

La preparazione delle patate alla savoiarda è davvero semplice e alla portata di tutti. In più, si tratta di una ricetta economica composta da ingredienti facilmente reperibili.

Dopo aver sbucciato e lavato con cura le patate, si tagliano a fette rotonde incidendole in orizzontale. Le patate a rondelle devono poi essere sbollentate in acqua per una decina di minuti, dopodiché vanno scolate bene. L’acqua di cottura delle patate può essere riciclata in molti modi, dunque meglio conservarla.

A questo punto si imburra una teglia da forno e si dispongono le patate su un unico strato, anche leggermente sovrapposte in alcuni punti. Si passa poi ad aggiungere il formaggio tagliato a dadini, sistemandolo in modo uniforme su tutta la superficie delle patate. Per la ricetta delle patate alla savoiarda generalmente si utilizza il formaggio gruviera, ma nulla vieta di sperimentare anche altri formaggi come la fontina. Prima di procedere con la cottura delle patate si dispongono anche dei fiocchetti di burro, meglio se chiarificato, si versa il latte – intero, parzialmente scremato o scremato – all’interno della teglia e si aggiungono sale e pepe a piacere, senza esagerare. Infine, si cuociono le patate in forno preriscaldato a 189°C per circa mezz’ora, o comunque fino a che la superficie appare ben gratinata.

Le patate alla savoiarda si gustano generalmente calde, quando il formaggio è ben fuso, ma si possono consumare anche fredde. Una porzione di patate alle savoiarda ha circa 400 calorie e il piatto può essere servito con una porzione di abbondanti verdure crude o cotte, come un’insalata mista con pomodori e carote, verdure a foglia verde ripassate in padella con olio e aglio oppure con un contorno di verdure miste di stagione.

LEGGI ANCHE: Ricetta delle Patate alla savoiarda

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Icona patata cuoca

Iscriviti alla nostra Newsletter

Ricevi ogni mese la nostra Newsletter:
scopri nuove ricette, curiosità e consigli in cucina.

La richiesta di iscrizione è avvenuta con successo! Collegati alla tua email per confermare.