Si possono congelare patate, carote e cipolle? Consigli utili per la corretta conservazione degli ortaggi - Il Blog di Selenella

Si possono congelare patate, carote e cipolle? Consigli utili per la corretta conservazione degli ortaggi

Non tutti sanno che solo alcune verdure si possono congelare, mentre altre prediligono metodi di conservazione differenti. Per questo motivo avere sottomano una guida pratica che ti insegna a congelare patate, carote, cipolle e verdure per conservarle al meglio può esserti sempre utile.

Cominciamo!

Perché congelare gli ortaggi?

Sicuramente il vantaggio maggiore che ti può offrire quest’operazione è la possibilità di consumare gli ortaggi che preferisci anche quando non sono più di stagione e di averli pronti all’uso in caso di necessità improvvise.

Insomma, con pochi accorgimenti e un pizzico di pazienza potrai congelare quasi tutta la verdura ed evitare inutili sprechi alimentari in cucina.

Un segreto: anche la temperatura del freezer è un fattore estremamente importante dal momento che, se è più bassa dei -18°C, i tuoi ortaggi potranno durare fino a 6 mesi.

Conservare la verdura fresca

Prima di iniziare, vediamo insieme quali sono le regole generali sulla corretta conservazione delle verdure. Sapevi ad esempio come si conservano le patate o che non tutte le verdure si conservano allo stesso modo e che non sempre devono essere tenute in frigo?

Le patate vanno conservate a temperatura ambiente, così come i pomodori, l’aglio, le cipolle e i legumi.

Le verdure a foglia verde, al contrario, devono essere riposte in frigorifero, ancora meglio se all’interno di buste di carta che ne assorbono l’umidità. Lo stesso vale per le carote: una volta a casa, toglile dai contenitori protettivi in plastica, poiché potrebbero soffrire l’eccessiva umidità.

Come congelare gli ortaggi

Controlla sempre che gli ortaggi da congelare siano freschi e ben lavati: è meglio evitare il congelamento di verdure troppo mature o ammaccate e rovinate.

Prima di congelare patate, carote, cipolle o altri ortaggi ricordati di pulirli con cura, eliminando le parti non commestibili. In questo modo saranno pronti per la cottura una volta scongelati. Taglia patate, carote e cipolle in pezzi regolari, per facilitare un congelamento omogeneo e una successiva cottura uniforme. Ma ricorda: prima di essere riposte in freezer, le patate – come altri tipi di verdure – devono sempre essere sbollentate e solo una volta raffreddate puoi congelarle.

Scopri di più sulla classificazione degli ortaggi.

Infine, tieni a mente che le verdure congelate aumentano sempre di volume: non riempire mai del tutto i contenitori che usi. Se invece decidi di servirti degli appositi sacchetti, chiudili il più ermeticamente possibile, in modo da lasciar uscire tutta l’aria.
La macchina per il sottovuoto in queste occasioni può esserti un aiuto molto valido.

Quali verdure non puoi congelare?

Come già anticipato, non possiamo congelare tutti i tipi di verdura, soprattutto quelli che contengono un’elevata quantità d’acqua: insalata, cetrioli e ravanelli, una volta scongelati, si trasformerebbero in una poltiglia immangiabile.

Quali verdure puoi congelare?

Fatta eccezione per quelle che abbiamo elencato poco sopra, puoi congelare tutte le verdure. Quello che cambia, però, è la preparazione: alcune verdure si possono tranquillamente congelare crude, altre devono invece essere scottate prima di essere riposte in freezer, come le nostre patate. Vediamo allora insieme qual è il metodo migliore per congelare patate, carote e cipolle.

Si possono congelare le patate?

Certo, è importante però che prima vengano sempre cotte o sbollentante, vediamo come. Lava le patate, sbucciale eliminando ogni piccolo residuo di terra o impurità e tagliale a tocchetti, se vorrai poi cuocerle in forno, o a bastoncino, per cuocerle fritte. Nel frattempo, porta a bollore una pentola d’acqua leggermente salata in cui sbollenterai le tue patate per un paio di minuti.

A questo punto blocca la cottura e raffredda velocemente le patate immergendole in una bacinella piena d’acqua e cubetti di ghiaccio. Tamponale infine con garbo e lasciale asciugare sopra uno strofinaccio. Solo a questo punto potrai riporle in freezer, sigillando bene il sacchetto o il contenitore che sceglierai di utilizzare.

Questo metodo ti permetterà di conservarle per ben 12 mesi.

Come congelare le carote

Anche le carote sono un tipo di verdura che ti consigliamo di congelare una volta sbollentate. Dovrai quindi lavarle bene, pelarle e tagliarle a grosse rondelle. Lasciale in acqua bollente due minuti e riponile infine in acqua e ghiaccio, per bloccarne la cottura e raffreddarle.

Una volta tamponate e asciugate, sono pronte per essere riposte negli appositi sacchetti per il congelamento, che garantiscono una perfetta conservazione per 6-8 mesi.

Si possono congelare le cipolle?

Se non stai attento a conservarle correttamente, le cipolle rischiano di marcire velocemente. Un buon metodo di conservazione, allora, valido per tutti i tipi di cipolla, può essere proprio quello del congelamento. Rispetto a patate e carote, poi, l’operazione sarà ancor più rapida: le cipolle, infatti, si possono tranquillamente riporre in freezer da crude. Per averle sempre fresche e pronte all’occorrenza, ti basterà tagliarle a rondelle e disporle su un vassoio coperto da carta da forno. Copri poi anche le cipolle con la carta da forno e infine avvolgi il tutto con la pellicola. Ora puoi metterle in freezer e, una volta congelate, trasferirle negli appositi sacchetti per il congelamento.

Cosa utilizzare per congelare le verdure?

I sacchetti di plastica sono senza ombra di dubbio la soluzione più pratica per congelare la verdura, dal momento che ti permettono di organizzare al meglio gli spazi nel freezer e di adattarli a seconda delle tue necessità.

Inoltre, dopo aver utilizzato la verdura congelata, puoi tranquillamente sciacquare il sacchetto e riutilizzarlo.

Un’alternativa possono essere i sacchetti in silicone: ancora più pratici perché possono essere riutilizzati infinite volte.

Se invece decidi di usare i contenitori in vetro o plastica, ricordati di controllare l’incisione in cui è riportata la temperatura che possono sopportare (solitamente l’intervallo è compreso tra i 100°C e i – 40°C).

Prima di riporlo nel freezer, ricordati di etichettare il contenitore con la data di confezionamento: credici, ti sarà davvero utile e ti ruberà poco più di un minuto!

Come scongelare le verdure

Generalmente, ti consigliamo di mettere i tuoi ortaggi direttamente in forno, in acqua bollente o in padella quando ancora sono congelati. Oppure puoi scongelarli parzialmente passandoli dal freezer al frigorifero e aspettando qualche ora prima di cucinarli. In questo caso, però, ti consigliamo poi di cuocerli in forno.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Iscriviti alla nostra Newsletter

Ricevi ogni mese la nostra Newsletter:
scopri nuove ricette, curiosità e consigli in cucina.

La richiesta di iscrizione è avvenuta con successo! Collegati alla tua email per confermare.