Pancia piatta

Le migliori fonti di carboidrati, ed esercizi per ottenere la pancia piatta: addominali e crunch!

Si può avere un addome scolpito e asciutto con i carboidrati? La risposta è assolutamente sì, discriminando tra i giusti nutrienti e con un training ad hoc.

Tra le migliori fonti di carboidrati a tale scopo figurano in primis i cibi che provengono dalla natura, non industriali nè lavorati, possibilmente senza glutine e senza lieviti.

La patata è sicuramente l’esempio più calzante. Non apporta molte calorie, è ottima fonte di carboidrati naturali da assumere anche post allenamento durante la fase di anabolismo, il che ci aiuterà ad ottimizzare ciò che mangiamo e ad utilizzarlo come fonte di energia.

L’allenamento mirato per avere la pancia piatta? Innanzitutto partiamo dalle basi: curare bene la nutrizione è la conditio sine qua non per raggiungere l’obiettivo pancia piatta, perché è il grasso della regione addominale che crea la classica pancetta, quindi tutto parte dall’allenamento che si fa a tavola.

Detto ciò, sicuramente efficace è eseguire esercizi ad alta intensità in alternanza ad un training specifico per l’addome. Per lavorare su quest’ultimo in maniera indiretta abbiamo davvero tantissime tipologie di movimento. Per quanto riguarda gli esercizi mirati che invece fanno lavorare più direttamente questo muscolo, e nello specifico il retto dell’addome, oggi parliamo dei crunches. Oltre al crunch classico, ne esistono alcune varietà, ad esempio il crunch incrociato e il crunch inverso.

Il crunch classico è un esercizio di facile esecuzione ma va fatto per bene, curando respirazione e postura. In posizione supina per terra, ginocchia piegate, si sollevano le spalle da terra, sentendo il muscolo addominale contrarsi, le braccia incrociate al petto, o dietro la nuca evitando di avvicinare tra loro i gomiti, si va su contraendo ed espirando mentre inspirando si scende giù lentamente, sempre usando gli addominali esclusivamente.

Nel caso del crunch inverso, sempre partendo da terra e dalla posizione supina, si sollevano le gambe e quindi il bacino usando la contrazione addominale come forza propulsiva.

Pronti per una tartaruga addominale perfetta con i carboidrati giusti e gli esercizi mirati?

Nutrizione ed allenamento vincono sempre se in sinergia.

Let’s go.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Iscriviti alla nostra Newsletter

Ricevi ogni mese la nostra Newsletter:
scopri nuove ricette, curiosità e consigli in cucina.

La richiesta di iscrizione è avvenuta con successo! Collegati alla tua email per confermare.