Gluten off

Dieta equilibrata con pause senza glutine, ed esercizi cardine per l'addome: il plank!

L’equilibrio è alla base di tutto.  Una dieta equilibrata prevede il corretto apporto di tutte le sostanze nutritive, nelle giuste dosi. Esistono, tuttavia, alcuni alimenti che per caratteristiche intrinseche potrebbero, in soggetti predisposti, creare fastidi, come ad esempio tensione e gonfiore addominale. Un esempio è il glutine, proteina del frumento. Non parliamo della celiachia, ma di sintomatologie molto più sfumate e subdole, a volta anche extra-intestinali.

Seguire un regime dietetico controllato, attento a molti aspetti della nostra salute, potrebbe includere anche l’inserimento di un giorno “gluten off”, ovvero eliminare per 24h tutti quei cibi che lo contengono.

Un piatto esemplare, ricco di tutti i macro e micro nutrienti, ma aglutinato? Un piatto tripartito, composto, ad esempio, da pesce fresco, patate (cottura a scelta purché non fritte e condite con del buon olio evo), finocchi in insalata o/e verdura di stagione, e in aggiunta per finire della frutta fresca anche questa di stagione.

Se il nostro obiettivo è quindi un addome piatto e tonico la giusta alimentazione è sicuramente la base, ma non basta. Allenarsi metodicamente con i giusti movimenti ci permetterà di raggiungere la sinergia perfetta.

Un esercizio cardine per ottenere un addome piatto è il plank. La posizione del plank statica prevede un posizionamento assolutamente corretto, con i gomiti che poggiano per terra, gambe tese e piedi che poggiano sulle punte. Bisogna mantenere contratto il bacino e portare sempre l’addome in dentro. La testa va tenuta in posizione neutra, e mi raccomando curate bene la respirazione: l’esercizio non deve essere svolto in apnea! I tempi di tenuta variano in base al livello di allenamento.

Perché non cimentarsi, partendo dal tempo massimo di tenuta in “posizione corretta”, cercando di aumentarlo progressivamente? Inizialmente potrebbero essere anche 60 secondi scarsi e faticosi, ma vi stupirete di come migliorerà la vostra resistenza grazie alla costanza… ed anche il vostro fisico!

Piccola curiosità: l’ultimo record mondiale del plank è stato di otto ore, 1 minuto e 1 secondo in Plank Position.

Morale: vale in entrambi i casi, nutrizione ed allenamento, costanza ed equilibrio daranno i loro frutti. E mi raccomando… tutti i giorni almeno un minuto di plank position 

Silvia Sanfilippo

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Iscriviti alla nostra Newsletter

Ricevi ogni mese la nostra Newsletter:
scopri nuove ricette, curiosità e consigli in cucina.

La richiesta di iscrizione è avvenuta con successo! Collegati alla tua email per confermare.