icona pagina valori nutrizionali

Valori nutrizionali

La patata Selenella è un ottimo alimento con valori nutrizionali unici. Fonte di selenio, dal ricco profilo nutrizionale e valida alternativa ai cereali, come pasta, riso e pane.

282kcal

80g

266kcal

80g

170kcal

200g

Un vero tesoro nutrizionale

Le patate apportano principalmente amidi (carboidrati complessi) alla dieta, vantando un ottimo profilo nutrizionale. In particolare confrontando le porzioni di consumo della patata, della pasta e del riso, identificate dai nutrizionisti per un’alimentazione equilibrata, si nota che una porzione di patate (200g riferiti all’alimento crudo) apporta circa il 40% di calorie in meno rispetto ad una porzione di pasta e riso (80g a crudo)

Ricca di vitamine e sali minerali

In confronto a pasta e riso, inoltre, una porzione di patate (200g a crudo) fornisce quantità superiori di vitamine, sali minerali e fibre: apporta ben il 63% del Valore Nutritivo di Riferimento (VNR) giornaliero di vitamina B6, il 38% di vitamina C, il 35% di acido folico, il 31% di niacina e il 57% di potassio, nonché il 15% di magnesio.

Porzione di pasta (80g)

Porzione di riso (80g)

Porzione di patate (200g)

Potassio (mg)

8%

4%

50%

Fosforo (mg)

22%

11%

15%

Magnesio (mg)

11%

4%

15%

Zinco (mg)

9%

10%

25%

Rame (mg)

26%

14%

38%

Selenio (mg)

4%

15%

33% ***

Tiamina (mg)

7%

8%

18%

Niacina (mg)

13%

7%

31%

Vitamina C (mg)

0%

0%

38%

Vitamina B6 (mg)**

10%

0%

68%

Folati totali (µg**)

14%

0%

35%

*Percentuale dei VNR (Valori Nutritivi di Riferimento giornalieri di un adulto medio)

Il selenio

Il selenio è un oligoelemento prezioso per il nostro organismo che assunto regolarmente nell’ambito di una dieta varia ed equilibrata ed uno stile di vita sano, aiuta a proteggere le cellule dal danno ossidativo e contribuisce al buon funzionamento del sistema immunitario.

Una porzione di patata Selenella copre il 33% dei VNR di selenio, rispetto al 4% della pasta e al 15% del riso. Un sistema di fertilizzazione per via fogliare fa sì che la patata assorba il selenio naturalmente durante la crescita. Un arricchimento naturale importante, se si considera che il selenio contribuisce alla protezione delle cellule dal danno ossidativo e al buon funzionamento del sistema immunitario.

Il contenuto di selenio negli alimenti dipende dalla sua presenza nel suolo: il suo apporto nella dieta è quindi variabile da nazione a nazione. L’Italia è una regione a basso contenuto di selenio e quindi l’apporto di questo elemento con la dieta è piuttosto scarso.

Prima in sostenibilità

La patata è una coltura virtuosa in termini di sostenibilità ambientale: basso consumo di suolo per calorie prodotte, limitato utilizzo delle risorse idriche, ridotto impatto ambientale in termini di CO2 immessa nell’atmosfera.

La patata nella dieta mediterranea

La patata nella
dieta meditteranea

Convegno NutriMi, 21 Aprile 2016: il racconto della Prof.ssa Bordoni dell’Università di Bologna per scoprire tutte le caratteristiche della patata Selenella.
La patata, considerata una virtuosa alternativa ai cereali, è uno degli alimenti alla base della Dieta Mediterranea, ma non solo, ricopre anche un ruolo interessante nella dieta degli sportivi: l’amido in essa contenuto fornisce energia e viene assimilato velocemente grazie ad un indice glicemico mediamente elevato, mentre il potassio contribuisce a mantenere la funzione muscolare in buono stato. Il selenio, componente dell’enzima antiossidante glutatione perossidasi, contribuisce a proteggere le cellule dallo stress ossidativo, maggiore durante l’attività fisica per via dell’incremento della produzione di radicali liberi da parte di diversi tessuti e organi tra cui i muscoli e il fegato.